VOI SIETE QUI | YOU ARE HERE • Un minuto di voci • 21 e 22 marzo 2019

21 marzo 2019

La notte, il silenzio, la luna.

 

22 marzo 2019

Oggi mi è stato detto che le voci che ascolto e diffondo ogni giorno sono quelle di galline e galli che, rinchiusi nei capannoni, producono uova.
Quelle uova vengono raccolte e selezionate per poi essere inviate ad uno stabilimento incubatoio lontano da qui.
Poi quei pulcini torneranno in valle per passare il resto della vita che è loro concessa nei capannoni cementizi, quelli senza finestre, dai quali le voci non escono. Le cosiddette “fattorie”.
In compenso la luce artificiale sarà loro garantita notte e dì, insieme ad una temperatura costantemente tropicale ( circa 36 gradi centigradi). Non so invece quali siano le aspettative di vita degli esseri dei quali sento le voci.

VOI SIETE QUI | YOU ARE HERE • Un minuto di voci • 19 e 20 marzo 2019

19 marzo 2019

E vento gelato e cieli di vetro e voci che incidono la pelle.

 

20 marzo 2019

Prima delle voci mi colpisce alle narici l’odore, acre, che l’aria trasporta.
Poi arrivano, passo dopo passo sempre più forti, le vostre grida.
E io di qua ad ascoltarvi.

VOI SIETE QUI | YOU ARE HERE • Un minuto di voci • 17 e 18 marzo 2019

17 marzo 2019

Solo un lontano muggire e il vento misto alla pioggia che fa sbattere contro la recinzione il cartello verde in latta della derattizzazione.
Buio. Luci spente.

 

18 marzo 2019

Il vento forte e molto freddo spazza la valle, copre o trasporta le voci.
Nel cielo la luna si sta riempiendo.